Associazione di Promozione Sociale e Centro Ricerche per la Partnership Il Tempio della Dea

Cosa facciamo e perché.

 

Associazione di Promozione Sociale & Centro Ricerche per la Partnership Il Tempio della Dea
Iscritta al Registro Regionale delle Associazioni di Promozione Sociale della Regione Piemonte con il Codice: n.224/TO,
in conformità ai requisiti previsti dagli artt. 2 e 3 della L.R. n.7/2006, nonchè degli artt.2,3,4 del regolamento di cui al D.P.G.R. 5/r-2006.


È vietata la riproduzione di immagini e testi da questo sito senza autorizzazione. – ©

 

Dopo vent’anni di ricerche e undici anni di lavoro sul campo, (in seguito alla fondazione del Cerchio della Ruota dell’Anno di Avalon e Diana, in Italia, nel novembre 2012) nasce nel giugno 2015 l’Associazione di Promozione Sociale e Centro Ricerche per la Partnership Il Tempio della Dea, Associazione iscritta al Registro Regionale e con sede legale in C.so Vinzaglio 12 bis a Torino; Nel 2016 invece è stata inaugurata la sede operativa permanente dedicata interamente ad accogliere il Tempio della Dea, in Via Villarfocchiardo 17 a Torino, un momento importante anche nella storia delle donne e degli uomini nella nostra terra.

Le attività dell’Associazione e del Tempio e le sue finalità sono ispirate a principi di cooperazione e partnership; pari opportunità, di equilibrio tra femminile e maschile, cooperazione tra donna e donna, interscambio tra donne e uomini, creazione di una società equilibrata e gilanica, fondata sui principi della partnership e rispettosa dei diritti inviolabili della persona. Attività e principi si ispirano anche agli insegnamenti dell’archeomitologa Marija Gimbutas e della sociologa Riane Eisler, nonché agli studi sviluppati negli ultimi quarant’anni in Italia sul sacro femminile di cui un’esponente di riferimento teorico per l’associazione è la ricercatrice italiana Luciana Percovich. Si ispirano inoltre agli insegnamenti (Goddess Temple Teachings) veicolati dalla scuola spirituale del GoddessTemple di Glastonbury e alla teorizzazione del MadreMondo esposta da Kathy Jones. Si propone di diffondere una cultura del rispetto delle differenze fra esseri umani e fra generi; lo sviluppo della conoscenza degli strumenti, dei rituali e delle tradizioni spirituali antiche e moderne che costituiscono l’eredità dell’umanità.

L’Associazione di Promozione Sociale e Centro Ricerche per la Partnership Il Tempio della Dea e della realtà del Tempio è nata ed è curata grazie all’opera di Sarah Perini e delle donne e degli uomini del Cerchio della Ruota di Avalon e Diana nazionale.

L’Associazione vuole favorire l’incremento dell’interesse verso le antiche culture orientate alla partnership che pongono i valori matricentrici al centro della struttura sociale; la conoscenza della spiritualità indigena antica e moderna; un sempre maggiore equilibrio tra i generi e della creazione di una spiritualità olistica.

Lavoriamo per la re-visione dell’esperienza umana e la decostruzione dei modelli di pensiero di matrice patriarcale, aprendo la strada all’elaborazione di nuovi modelli sociali, culturali, politici, spirituali, educativi e formativi; favorendo il ritorno ai valori di una società gilanica che onora il femminile e i relativi punti di riferimento nel sacro e nella vita quotidiana; la realizzazione di una società rinnovata e un modo di vivere la spiritualità e la ricerca più consapevole; l’esperienza diretta della dimensione rituale strutturando modelli culturalmente attendibili e riconnessi ad antiche e nuove realtà;

la creazione di un vissuto attraverso il quale le donne e gli uomini possano trasformarsi; consapevolizzare le persone rispetto alla presenza del divino femminile nella vita quotidiana;

lo sviluppo di una coscienza di genere, un maggior focus sulla coscienza politica, la capacità di confrontarsi, l’apprendimento delle dinamiche di gruppo femminili, il rinnovamento del significato di femminilità e mascolinità, il senso dell’impegno in una causa, il rispetto delle altre donne e uomini, l’apprendimento della capacità di dialogare in modo mediato, tramite forme di comunicazione non violenta e la gestione facilitata dei conflitti; lo sviluppo di nuovi modelli educativi e di sviluppo sociale comunitario.

L’Associazione propone:

-momenti di incontro come conferenze, seminari, corsi, convegni, workshop, momenti formativi, laboratori;
–iniziative culturali, editoriali, spirituali, filosofiche, artistiche, artigianali, sportive, fisiche e psico-fisiche, educative, ludiche;
–sessioni individuali di counseling; mediazione spirituale, aiuto alla persona;
–sessioni individuali e consulenze per il benessere psicofisico; trattamenti di discipline olistiche;
– Sito internet relativo alle attività associative;
– Centro Studi sugli studi di genere (gender studies) e sul recupero della cultura matricentrica;
– di creare un Archivio e una Biblioteca associativi;
– di pubblicare newsletter, riviste, Libri ed altro materiale editoriale;
– di istituire Gruppi di Studio e di Ricerca;
– di introdurre la conoscenza culturale ed esperire la pratica spirituale relative alle antiche culture matricentriche e alle forme di attualizzazione delle stesse;
– di organizzare cerimonie e celebrazioni della tradizione matricentrica antica e moderna quali ad esempio: riti di passaggio; cerimonia del nome per neonati e bambini; cerimonie di unione; cerimonie di armoniosa separazione; celebrazioni della ruota dell’anno; celebrazione lunazioni; armonizzazione della casa e luoghi di lavoro, ed altre;
– di istituire percorsi di consulenza e sostegno per le donne nelle fasi cruciali della vita (menarca, gravidanza, menopausa etc.) e promuovere modalità alternative relative alla nascita e alla genitorialità in un ottica ispirata dai principi della partnership;
– di farsi portavoce della valorizzazione di luoghi sacri e siti archeologici e naturali, presenti a livello locale e nazionale; – organizzare visite guidate, viaggi associativi, tour dei luoghi di interesse legati alle ricerche dell’Associazione;
– di organizzare raccolte fondi da devolvere in beneficienza o ai fini dell’organizzazione di ulteriori eventi legati agli scopi associativi o all’acquisto di beni utilizzati per le attività associative.

Leggi lo Statuto dell’Associazione.
Leggi Informativa sulla Privacy & Domanda di Ammissione a socia/o

www.tempiodelladea.org

RUOTA-TEMPIODELLADEA_ISTITUZIONALE

Leggi l’Articolo: “La Grande Dea Una e Multiforme e la cultura dell’antica Europa”.

Leggi l’Aricolo: “Per capire meglio il progetto del Tempio”.

Busto della Dea Diana, Villa della Venaria Reale, Torino

Potete sostenerci con le vostre donazioni cliccando qui: DONAZIONI

All’interno delle iniziative dell’Associazione è nato il progetto di un Tempio permanente dedicato alla Grande Dea Una e Multiforme. Un luogo sacro dove poter ri-membrare, onorare, meditare, sperimentare, condividere il nostro amore per la Dea. In questi anni abbiamo fortemente sentito l’esigenza di ri-creare spazi sacri vivibili nel nostro tempo dalle donne e dagli uomini sul cammino della spiritualità della Dea. Oggi abbiamo reso possibile questa realtà. Il progetto è nato dall’ispirazione e dall’esperienza maturata da Sarah Perini, Presidentessa dell’Associazione di Promozione Sociale e Centro Ricerche per la Partnership Il Tempio della Dea, negli ultimi undici anni di cammino nella spiritualità femminile vissuta nei cerchi delle Lune Piene organizzati con l’Associazione Laima a Torino, dal lavoro congiunto in tutta Italia insieme a donne come Luciana Percovich, Morena Luciani, con il Cerchio italiano delle Dakini nato dal lavoro introdotto in Italia da Vicki Noble e soprattutto con il Cerchio della Ruota dell’Anno di Avalon e di Diana facilitato da Sarah Perini e con la collaborazione delle Avaloniane italiane e inglesi. Il Tempio della Dea di Torino nasce infatti anche su ispirazione del Tempio della Dea di Glastonbury.

Il Tempio non è un centro olistico, è un luogo di ricerca, di studio uno Spazio di meditazione, centratura, ascolto, ritrovo e condivisione in Cerchio.

 

SCOPRI IL CALENDARIO DEGLI EVENTI E PERCORSI
DEL TEMPIO DELLA DEA DI TORINO:

Eventi

Percorsi

 

 


Dal 2010 Sarah Perini ha collaborato all’Organizzazione di Eventi con


Associazione Culturale Laima:

 

  • Eventi Mensili
  • Convegno: Marija Gimbutas: Vent’anni di Studi sulla Dea, Roma 2014
  • CULTURE INDIGENE DI PACE. RI-EDUCARSI ALLA PARTNERSHIP,
    Convegno Internazionale Torino 2013
  • CULTURE INDIGENE DI PACE 2012
  • Cerchia delle Lune
  • Seminari e Presentazioni libri di Vicki Noble sulla tradizione delle Dakini e Spiritualità della Dea
  • Seminari e Presentazioni libri di Marguerite Rigoglioso su Partenogenesi e Sacerdotesse Oracolari
  • Seminari e Presentazioni libri di Tsultrim Allione su Tradizione Tibetana Femminile
  • Seminari e Presentazioni libri di Heide Goettner Abendroth sulle Culture Matriarcali
  • Seminari e Presentazioni libri di Phyllis Currot su percorso dell’Antica Tradizione
  • Seminari e Presentazioni libri Luciana Percovich su Cultura e Spiritualità della Dea
  • Seminari e Presentazioni libri di Morena Luciani su Sciamanesimo Femminile
  • Seminari e Presentazioni libri di Luisa Spagna sulla Tradizione delle Yogini e le Carte Oracolari Yogini of Hirapur Oracle
  • Seminari Daniela Degan su economia del dono, decrescita e comunicazione non violenta
  • Conferenze e Presentazioni libri di Francesca Freeman sulla Cultura Moso
  • Conferenze di Abuela Margherita
  • e molto altro…


Progetto di Ricerca Ruota di Diana.

Per la Celebrazione in onore dell’apertura del Convegno Internazionale Culture Indigene di Pace 2013: Ri-Educarsi alla Partnership abbiamo avuto la gioia di presentare: La Ruota di Di-Ana in onore della nostra italica Dea Diana, celebrando nel contempo la fondazione del progetto di costruzione della Ruota delle Dee Italiche e Mediterranee. Desideriamo ora allargare la proposta di partecipazione a questo progetto di ricerca a tutt* coloro che desiderino condividere la loro Conoscenza e Ricerca delle Dee Italiche.
Il progetto desidererebbe considerare anche la costruzione di una Ruota di Dei Italici, realizzata con la partecipazione degli uomini che vogliano condividere la loro conoscenza degli Dei italici e siano disposti anche a ricostruire e performare celebrazioni insieme!
Oltre che a restituirci le nostre più profonde sacre radici italiche e a condividere l’amore e l’energia sprigionata dal risveglio delle nostre Dee e Dei, il progetto potrà portare alla realizzazione di un libro sull’argomento. Attendiamo i vostri contributi! Grazie!

Per questo lavoro si ringraziano: Kathy Jones, Luciana Percovich, Sarah Perini, Anna Bordin, Laura Ghianda, Claudia Carta, l’Associazione Dee Oltre le Nebbie, l’Associazione Laima, l’Associazione Argiope e il Glastonbury Goddess Temple.

I contributi per l’elaborazione di questo lavoro provengono dai testi:

Kathy Jones, La Dea nell’Antica Britannia, miti leggende, siti sacri, Ed. Psiche 2, 2013

Momolina Marconi, Riflessi mediterranei della più antica religione laziale, Università di Milano Lettere e Filosofia

La Ruota di Brigit-Ana & la Ruota di Di-Ana

Sull’esempio della Ruota delle Dee di Britannia elaborata da Kathy Jones ed utilizzata per le celebrazioni in onore della Dea Brigit-Ana e della Dea di Avalon, Nolava, in tutte le loro otto manifestazioni incarnate dalle Dee della Ruota, abbiamo creato la Ruota di Di-Ana, la Grande Dea Diana, multiforme ma Una, largamente diffusa in tutto il Mediterraneo Antico, ma fiorita, nelle caratteristiche specifiche che abbiamo scelto per costruire la sua ruota, sul suolo italico, nell’Italia Antica.

La Ruota di Brigit-Ana e quella di Di-Ana sono ugualmente suddivise in otto raggi più al centro il nono posto attribuito alla Dea stessa nella sua manifestazione unitaria. Ogni raggio ospita uno specifico periodo dell’anno, un elemento naturale, uno degli aspetti della Dea incarnato da una Dea specifica, le caratteristiche specifiche di tale Dea, animali e piante a Lei sacre e la presenza di una sacerdotessa-divinità minore, Morgen (nella ruota di Britannia) o Ninfa (in quella di Diana).

Ruota del Ciclo dell’Anno e delle celebrazioni:

Ruota degli Aspetti della Dea:

Canti alla Grande Dea Di-Ana Una e Multiforme:

Noi ti onoriamo Di-Ana
Signora italica e mediterranea,
Regina Nemorum, Lucina,
Dea Una e multiforme.
Regina del bosco e della radura sacra,
Dea del luogo chiaro, tuo altare sacro nell’oscurità del bosco
Dea dei monti, dei laghi, dei fiumi e delle sorgenti
Signora degli alberi sacri, delle pietre erette e dei recinti sacri
Con la tua fiaccola, con l’arco, la freccia e la faretra, nella notte proteggi le creature del bosco
Dea terrestre della vegetazione, delle fronde,
dei fiori e dei frutti delle piante medicinali che offri a noi nei tuoi vasi e nelle tue patere,
Dea degli animali del bosco, delle fiere, degli animali del pascolo e di quelli acquatici,
Protettrice della fecondità, dell’amore e della maternità.
Manifestati a noi nella totalità dei tuoi aspetti:
vergine, madre, amante, crona,
vieni con le tue Ninfe
Egeria colei che fa partorire e la legislatrice
e Albunea, l’oracolo, divine assistenti e compagne,
vieni con il tuo consorte Silvanus, Signore del bosco sacro.
Benvenuta Di-Ana!
Riempi della tua presenza il luogo sacro a te consacrato
risorgi nella tua terra sacra l’Italia
noi respiriamo la tua essenza e ti accogliamo al centro del nostro Cerchio.


Diana nel suo aspetto di Crona:

Rivolgiamoci insieme verso nord-ovest,
Noi ti onoriamo Diana la Crona,
manifestati a noi nella tua forma di anziana, saggia,
porta a noi l’esperienza, la saggezza, la guida, l’insegnamento,
la capacità di affrontare la morte e la certezza della rinascita,
insegnaci a trasformarci.
vieni con i tuoi animali sacri
i cani guardiani dell’Altromondo
gli uccelli notturni, il gufo, la civetta, l’allocco, il barbagianni e il cuculo,
che con il loro canto accompagnano la tua saggia supervisione dei destini degli umani,
vieni Anna Perenna, saggia anziana Signora del Calderone
che nutre e trasforma.
Benvenuta Diana la Crona!
Noi respiriamo la tua essenza e ti accogliamo al centro del nostro Cerchio.


Diana dell’Aria:

Rivolgiamoci insieme verso nord,
Noi ti onoriamo Diana dell’Aria,
manifestati a noi nella tua forma di abile, veloce e fiera protettrice del bosco,
vola in nostro soccorso e insegnaci ad essere risoluti e pronti,
a centrare i nostri obiettivi con la freccia della volontà che tu ci insegni a direzionare,
vieni con i tuoi animali sacri
l’aquila, il falco, lo sparviero, l’astore, il nibbio, la poiana, l’avvoltoio capovaccaio,
e con la sacra colomba che contiene la vita.
vieni con le Ninfe dei venti le Eliadi
rinvigoriscici con i tuoi venti di maestrale, bora, tramontana, fohn, grecale, scirocco, libeccio
che purificano la nostra terra e ci portano chiarezza di visione ed energia spirituale.
Benvenuta Diana dell’Aria!
Noi respiriamo la tua essenza e ti accogliamo al centro del nostro Cerchio.


Diana nel suo aspetto di Fanciulla:

Rivolgiamoci insieme verso nord-est,
Noi ti onoriamo Diana Fanciulla,
manifestati a noi nella tua forma di vergine sacra, di amazzone,
protettrice della radura e dell’hortus conclusus, Mater herbarum,
giovane guaritrice, conoscitrice delle piante medicinali,
tu che ridoni la vita al tuo consorte con l’acqua di vita e le erbe salutari del tuo giardino segreto,
porta a noi la guarigione, l’insegnamento, le arti, la scrittura,
vieni con i tuoi animali sacri
il picchio, Picus, conoscitore delle erbe e dei misteri
il lupo, il serpente, il cigno, la mucca bianca e la cerbiatta bianca,
con i tuoi fiori sacri il giglio, il papavero, il loto, le campanule
con le piante di guarigione e delle partorienti la peonia e l’artemisia,
con gli alberi sacri l’alloro, la quercia, il melo
vieni con il tuo scettro fiorito e con i tuoi rami carichi di frutti,
vieni con la Ninfa Feronia conoscitrice del bosco e delle magie delle erbe.
Benvenuta Diana Fanciulla!
Noi respiriamo la tua essenza e ti accogliamo al centro del nostro Cerchio.


Diana del Fuoco:

Rivolgiamoci insieme verso est,
Noi ti onoriamo Diana del Fuoco,
manifestati a noi nella tua forma di Torcia infuocata che illumina l’oscurità del bosco,
Diana Lucina, Dea del luogo chiaro nel bosco che ospita il tuo altare,
che ti aggiri con la fiaccola nelle ore notturne per vigilare sulle tue creature,
tu che con la tua fiamma trasformi ed esorcizzi
tu che diffondi fecondità con la fiamma e le saette generatrici di vita,
accendi nel nostro cuore la fiamma della vitalità e della creatività,
insegnaci a proteggerci e proteggere
vieni con i tuoi animali sacri
le creature della selva,
l’orsa, la cerva, lepri e conigli, scoiattoli
vieni con la Ninfa Lucina che custodisce il tuo sacro fuoco.
Benvenuta Diana del Fuoco!
Noi respiriamo la tua essenza e ti accogliamo al centro del nostro Cerchio.


Diana nel suo aspetto di Amante:

Rivolgiamoci insieme verso sud-est,
Noi ti onoriamo Diana l’Amante,
manifestati a noi nella tua forma di giovane e potente amante,
porta a noi la passione, la vitalità, la sessualità libera, la musica, la danza, la gioia,
vieni con i tuoi animali sacri
il cervo e il cavallo,
fai condurre dai tuoi paredri e amanti, Virbius e Silvanus
i sacri cavalli che loro allevano e custodiscono per te,
vieni a noi nuda e velata con la tua triplice corona,
vieni al galoppo sulla tua cavalla che si impenna,
vieni con la tua lunga torcia fuoco di passione sul tuo cavallo in corsa,
vieni protettrice dell’amore e delle coppie umane ed animali,
della fecondità e della gioia di vivere.
Vieni con le Ninfe Menadi a celebrare le passioni.
Benvenuta Diana l’Amante!
Noi respiriamo la tua essenza e ti accogliamo al centro del nostro Cerchio.


Diana dell’Acqua:

Rivolgiamoci insieme verso sud,
Noi ti onoriamo Diana dell’Acqua,
manifestati a noi nella tua forma di
Signora del Lago,
Dea dei laghi boschivi, dei fiumi e dei ruscelli, delle cascate
delle fonti di guarigione
Signora dei mari e del Mediterraneo,
aiutaci a fluire nella corrente della vita e delle emozioni,
vieni con i tuoi animali sacri
l’oca selvatica, l’anatra, il martin pescatore, il gabbiano
la sacra tortora,
vieni con la tua Ninfa Egeria, che vigila sull’acqua dei ruscelli ai piedi delle querce,
Signora delle partorienti
che aiuta le donne a dare la vita nella fluidità dell’elemento acquatico.
Benvenuta Diana dell’Acqua!
Noi respiriamo la tua essenza e ti accogliamo al centro del nostro Cerchio.


Diana la Madre:

Rivolgiamoci insieme verso sud-ovest,
Noi ti onoriamo Diana la Madre,
manifestati a noi nella tua forma di
Dea Dia del grano,
Signora dei campi coltivati,
dei recinti e dei luoghi protetti dove i frutti della natura possono crescere abbondanti
Dea tutrice della fecondità e della maternità,
rendi le nostre azioni fruttuose, donaci l’abbondanza
insegnaci la cura, il rispetto la generosità
vieni con i tuoi animali sacri
i cervi, la mucca, le capre e le pecore, il cavallo e l’asino
vieni con la Ninfa Agrostina, Signora dei campi
Benvenuta Diana la Madre!
Noi respiriamo la tua essenza e ti accogliamo al centro del nostro Cerchio.


Diana della Terra:

Rivolgiamoci insieme verso ovest,
Noi ti onoriamo Diana della Terra,
manifestati a noi nella tua forma di
Regina Nemorensis
Signora dell’Albero Sacro e del sottobosco,
Pietra eretta, Colonna di vita, Omphalos,
insegnaci il radicamento e la capacità di entrare nel profondo del tuo grembo
e di noi stesse-i e ascoltare la tua voce
vieni con i tuoi animali sacri
la volpe, il cinghiale, lo scoiattolo, il riccio, il tasso, la talpa, i rettili, gli insetti
vieni con le Ninfe Driadi delle querce, le Oreadi dei monti e le Aldeidi dei boschi
Benvenuta Diana della Terra!
Noi respiriamo la tua essenza e ti accogliamo al centro del nostro Cerchio.



 

 

Inviate il vostro materiale, suggerimenti, contributi informativi, proposte a: info@tempiodelladea.org

Riferimenti ispirazionali:

error: Contact me if you are interested in this content.